Riva Valdobbia Chiesa Parrocchiale di S.Michele

Lo strumento, collocato in cantoria entro la cassa risalente all’organo G.A. Zali del 1767 è stato realizzato nell'anno 1997. Il progetto è caratterizzato da una tastiera di 62 tasti con contr’ottava corta (Do-1-Fa5) e da una pedaliera di 23 pedali (Do-1-Re2) anch’essa con prima ottava scavezza. Somiere a vento a borsini, di nuova costruzione.

Costruito su di una base di 16’ piedi, grazie all’estensione della tastiera permette di utilizzare i registri sia in tessitura normale, sia trasportando di un’ottava. In questo caso, con l’unione del tasto al pedale, la pedaliera può diventare un prolungamento omogeneo della tastiera permettendo così antiche prassi d’esecuzione tipiche degli organi rinascimentali; inoltre i registri di 4’ usati all’ottava grave raddoppiano il numero dei registri di fondo permettendo una vasta tavolozza timbrica.

Disposizione Fonica

 

Principale I bassi 16'
Principale I soprani 16'
Principale II 16'
Ottava bassi 8'
Ottava soprani 8'
Decimaquinta 4'
Decimanona
Vigesimaseconda
Vigesimasesta
Vigesimanona

Voce umana
Fluta
Flauto in VIII bassi
Flauto in VIII soprani
Flauto in XII bassi
Flauto in XII soprani
Cornetto
Fagotto bassi 16
tromba soprani 16'
Contrabassi al pedale

Tremolo a vento perso, Tamburo, Usignoli

Il pedale è costantemente unito al manuale.

Pressione 45 mm di colonna d’acqua, temperamento a sesti di comma.