Vigliano Biellese Chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta

Per l'organo di Vigliano si è pensato ad una collocazione ideale nel tardo barocco mitteleuropeo; quest'epoca, pur conservando la grande tradizione della polifonia, non fu insensibile ai fermenti dell'incipiente romanticismo, che svilupperà poi però un un tipo di organo  differente.

Sulla base di queste convinzioni si è progettato uno strumento ricco di registri di fondo, che dispone anche di una Viola da gamba di 8' ma si sono evitate le caratterizzazioni estreme, avendo cura che i registri fossero sempre ben miscelabili tra di loro.

Particolare attenzione è poi stata messa nell'intonazione e nella realizzazione delle meccaniche, affinchè l'organo avesse un tocco pronto ma sensibile, dove l'organista potesse con facilità e precisione controllare l'attacco ed il rilascio del suono. Altrettanta cura si è posta nell'alimentazione delle canne al fine di permettere all'esecutore di sfruttare convenientemente e di controllare il cosiddetto “respiro” dello strumento.

Ci auguriamo che questo lavoro possa contribuire a far diventare la musica d'organo una parte significativa della lode al Signore celebrata in chiesa, delle nostre esperienze musicali ed infine, più in generale, della nostra cultura. L'organo è collocato sulla preesistente cantoria.

Il prospetto è formato dalle canne del registro Principale 8’ nel Grand’Organo e dalle canne del Prestante 4' nel Positivo. Il secondo corpo si trova alle spalle dell’organista. Il pedale è collocato sulla parete di fondo, dietro al Grand’Organo.

La cassa è stata dipinta e dorata da Daniela Pezzolato. La consolle è posta al centro nel basamento dell’organo.

Le tastiere hanno 54 tasti, con ambito Do1-Fa5, i tasti diatonici sono ricoperti in ebano, i cromatici sono in palissandro ricoperto di osso.

La pedaliera, del tipo parallela, ha 27 pedali con ambito Do1-Re3, ed è e costruita in rovere.

Le tastiere e la pedaliera sono, per disegno e dimensionamento, ispirate a modelli storici.

Per la finitura della consolle sono state impiegate essenze pregiate, quali noce, ulivo e palissandro. Le trasmissioni sono del tipo sospeso per entrambe le tastiere. Sono realizzate con tiranti in cedro e ottone crudo e catenacciature di ottone, imperniate su supporti in carpino.

Il comando dei registri è tramite pomelli torniti in olivo, posti a lato delle tastiere. Il richiamo dei registri è completato da un combinatore programmabile (Sequenzer) con 11.988 registrazioni memorizzabili, distribuite su dodici gruppi di memorie.

La trazione dei registri è elettrica, con l’impiego di solenoidi per il movimento delle stecche. A lato delle tastiere è posto un cassetto con i comandi del Sequenzer, a disposizione dell’organista e del registrante. Sopra la pedaliera sono installati due pedaletti per la progressione  crescente o decrescente.

I somieri sono del tipo detto a tiro e sono costruiti con legnami di cedro scelti e stagionati; i ventilabri sono in cedro, guarniti con doppia pelle d’agnello. 

L’organo è alimentato da un elettroventilatore silenziato, collocato in apposita cassa insonorizzata. Il vento è regolato e stabilizzato da due mantici, collegati al ventilatore tramite valvola a tendina per la regolazione della pressione dell’aria. I mantici sono costruiti in abete con doppia guarnitura in pelle di montone.

Le canne sono costruite secondo uno schema di misure specificatamente studiato per questo strumento, riferite a modelli storici e tenuto conto delle caratteristiche acustiche dell’ambiente.

Lo strumento è accordato al corista a 440 Hz alla temperatura di 18°C, con temperamento derivato da Kirnberger

Disposizione Fonica

Positivo tergale

Bordone 8'

Quintadena 8'

Prestante 4'

Flauto a camino 4'

Nazardo 2' 2/3

Ottava 2'

Terza 1' 3/5

Larigot 1' 1/3

Dulzian 8'

 

Grand'Organo

Bordone 16'

Principale 8'

Flauto a camino 8'

Viola da gamba 8'

Ottava 4'

Flauto a cuspide 4'

Quinta 2' 2/3

Ottava 2'

Mistura Iv file

Tromba 8'

 

Pedale

Subbasso 16'

Tremolo al Positivo

Ottava 8'                Unione manuali

Ottava 4’                Unione II/Pedale

Trombone 16’            Usignoli

Tromba 8’                Cymbelstern

 

Pressione 60 mm

Accordatura: Werckmeister III