Zoagli - Chiesa di San Martino

Il nuovo organo, costruito nel 2008 per la chiesa parrocchiale di Zoagli, è posto in tribuna, sopra il portale d’ingresso. Il limitato spazio disponibile ha indirizzato la scelta verso un somiere a doppio scomparto, completamente meccanico, in grado di poter disporre i vari registri su entrambe le tastiere.

L’intero strumento, cassa e somieri compresi, è costruito in legno massello: il mobile è realizzato con intelaiature di pino silvestre e pannelli in abete rosso della val di Fiemme, dipinti con tinte all’acqua.

Le trasmissioni sono meccaniche, le tastiere sono di tipo sospeso. La trazione dei registri è elettrica, assistita da un programmatore con migliaia di combinazioni richiamabili in cascata.

Le due tastiere, con estensione di 54 note, (Do1-Fa5) hanno tasti diatonici sono ricoperti in ebano con fronte lavorato a chiocciola; i cromatici sono in palissandro, placcati d’ebano. La pedaliera conta 27 pedali.

I compendi sono di ottone, imperniati su supporti in carpino; i somieri sono a tiro, realizzati in legno di cedro rosso e rovere.

Su indicazione della Commissione Arte Sacra della diocesi di Chiavari, lo strumento è stato dotato di una seconda consolle a trasmissione elettrica, posta in navata.

Disposizione Fonica

Manuali

 

Principale 8’

Bordone di legno 8’

Flauto traverso 8’

Viola da gamba 8’

Ottava 4’

Flauto a camino 4’

Nazardo 2’ 2/3

Ottava 2’

Terza 1’ 3/5

Mistura IV

Voce Umana

 

 

Pedale                                    Accessori

 

Subbasso 16’                         Unione tasto pedale

Trombone 16’

 

Pressione 75 mm

Accordatura: Neidhardt 1724